GRAZIE TUTTE LE MIE AMICHE

GRAZIE  TUTTE LE MIE AMICHE
dopo un buon libro e una bella tazza di the i miei lavori

domenica 3 aprile 2011

care amiche vedete questa gabbietta degli uccellini fino a poco tempo fa vivevo li, ora sono morta e mi hanno eliminato per sempre non ho più il sorriso di volare camminare e parlare non sono più nessuno devo ringraziare una persona che ho voluto bene per 25 ............................................. dovrei fare tante cose belle per tutti voi che mi apprezzate ma mi hanno rotto le ali devo ritrovarle e poi magari riniziare eliminando tutte le persone che sono in torno a me che mio odiano e sono capaci di giuducare e sfruttare................................ baci lacrime e rabbia silvia

14 commenti:

  1. Dov'è la Silvia ke ho conosciuto? non perdere la speranza hai due meravigliosi ragazzi sono e saranno loro la tua forza .Un abbraccio Nirvana

    RispondiElimina
  2. Ciao Silvia, non è vero che non sei nessuno!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Tu sei una persona speciale, bella dentro e fuori, te lo dico per esperienza, so che è difficile,ma non permettere a nessuno di annientarti, coraggio! Poi hai detto che per anni hai vissuto in quella gabbia, ma per quanto bella e sicura è sempre una gabbia (se hai usato questa metafora un motivo c'è di sicuro), è molto difficile volare con le proprie ali, ma bisogna iniziare camminado per poi spiccare il volo e lasciare indietro tutto e tutte le persone che non ci fanno stare bene o che ci hanno sfruttate, in quel momento sarai davvero libera. Ti abbraccio forte Lara

    RispondiElimina
  3. Ciao, noi ci vediamo solo di rado in negozio, sei una persona gentile e disponibile e mi spiace per
    quanto hai scritto, come ti ha scritto Lara una gabbia seppur dorata è sempre una gabbia, anch'io oggi mi sento triste e non apprezzata, il cuore è strizzato, ma la mente cerca di reagire e sono sicura che l'amore per i tuoi ragazzi saprà spronarti... ti lascio un'abbraccio, Milena d

    RispondiElimina
  4. Silvia.....
    che succede? Non mi piace leggerti così!
    Non trovo parole da dirti....
    Ti faccio solo un grande abbraccio, seppur virtuale
    Delfina

    RispondiElimina
  5. Ciao Silvia,

    sono con te, ti abbraccio come faccio sempre ogni volta che ci vediamoe spero che tu possa sentire il calore come una dolce copertina.
    Dopo la temporale arriva quasi sempre il ciel sereno........... Se tanto tanto speciale, mi hai insegnato ciò che per me era nella testa ma non riusciva a materualizzarsi; insegni a tutti coloro che voglio imparare ed hanno pazienza di seguire e ............ potrei dire mille cose belle di te.
    Credi in te stessa, come ti diranno in molti e cerca di vedre oltre l'orizzonte anche se ancora il temporale non è passato, non mollare.
    Sei una barca che anche con l'uragano non naufraga quindi arriverai al porto.
    Un bacio.

    Fla

    www.maisondepoitnrouge.blogspot.com

    RispondiElimina
  6. Mi dispiace di leggere queste parole...
    ...per quanto ora ognuna di noi possa darti coraggio e affetto solo tu, dentro di te, dovrai trovare il modo di "volare" di nuovo.
    Non ascoltare nessuno di coloro che vogliono farti sentire una nullità, LORO valgono davvero poco!
    Non ti lasciare andare, MAI!
    Hai tante amiche...tante mani che afferrano le tue per non lasciarti mai sola.
    Un sorriso...
    Lori

    RispondiElimina
  7. TESOROOOOOOOOO

    TESOROOOOOOOOOOOO...

    SONO NI...

    NON PUOI.....NON PUOI...scrivimi una mail...per favore...

    NON VOGLIO SENTIRTI COSI'!!!

    ASSSSSSSSSOLUTAMENTE...il mio indirizzo mail è:

    bearbyni@gmail.com

    UN ABBBBRACCCCCCCIO grande, di stima, d'affetto...SINCEROOOOOOOO!!...ti aspetto! Un bacio. MI RACCOMANDO! NI

    RispondiElimina
  8. Silvia, solo chi non vale nulla può esprimere tutte quelle cattiverie.Sai perchè lo fa? E' per annientarti e condurti al suo basso livello così
    può sentirsi realizzato! Che rabbia!!! Tu vali sei
    brava e creativa ma in particolar modo sei un'ottima mamma. Questo non dimenticarlo mai.Esprimi tutta la grinta che hai e vedrai che
    gli eventi cambieranno. Pensa all'Araba fenice....

    RispondiElimina
  9. ciao, sono rimasta molto colpita da ciò che hai scritto, la tua ferita sembra molto profonda, ma chi ti ha ferito , da quel che capisco, non merita tutto il tuo dolore...coraggio, rialzati e guarda i tuoi figli ...è nel loro amore e nella stima verso te stessa che devi trovare la forza per sorridere ancora e guardare con fiducia il domani...ti abbraccio forte lory

    RispondiElimina
  10. Ciao, hai due figli stupendi, delle amiche che ti sono vicino, forza e coraggio. Sei un'amica meravigliosa, ti voglio molto bene.
    Bruna

    RispondiElimina
  11. Ero passata per sbirciare e lasciarti un salutino ed ho trovato questo post...non ho capito praticamente nulla ma ti auguro di superare un momento che deve essere tristissimo, rabbbioso, teso e da quello che ho letto hai diverse amiche co cui lasciarti andare e che ti possono coccolare! io una coccola virtuale te la mando male no fa!!!!
    smackkkkkkkkkkkkkkkkkk
    Manu

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. Dietro quel post c'era un progetto. Perchè non c'è stato?

    RispondiElimina
  14. Marina F. Giussani28 giugno 2011 01:44

    Dopo tanto tempo, ho sentito la necessità di riprendere a ricamare, la voglia di sentire tra le dita i fili e farli scivolare nella tela. Mi rendo conto che può sembrare di poca importanza, ma per me è importante questa voglia di distrarmi dal susseguirsi degli eventi che mi rotolano e rimbalzano addosso. La scorsa domenica ho voluto rituffarmi nei bauli dei ricami, tra le meraviglie di vent'anni di passione per il punto a croce; i colori dei lini, le centinaia di sfumature delle matassine, gli schemi i libri i disegni splendidi! Quanto mi erano mancati!! I Rouge du Rhin... e subito mi sono sentita sulla pelle l'atmosfera di Point de Marque. La signora Rossana e Silvia... riesco a ricordarne le voci, il sorriso, l'autoironia, il brillare degli occhi come se le avessi incontrate pochi istanti fa.
    Lunedì pomeriggio chiamo il negozio, ma sembra che il numero sia cambiato. Internet, cerco, eccolo, c'è ancora, ci sono, ci siamo.
    NO non ci siamo non ci siamo proprio forse mi sbaglio nuova ricerca non ho sbagliato perché non mi sto sbagliando?
    Non so perché sia successo, so solo che non riesco a chiamare.
    Con immutata stima, un abbraccio,
    Marina F. Giussani

    RispondiElimina